“Il libro. Quando l’apriamo è una mappa del tesoro, quando lo chiudiamo è un forziere pieno di luce.” (F.C.)

È uno spazio speciale, un po’ magico che, anche se non previsto o progettato all’origine, si può creare davvero in un attimo. Bastano due mosse ed è pronto: è l’angolo lettura, un “fazzoletto” di spazio che, nella sua semplicità, può diventare la tua oasi, di relax, fuga, svago, dove staccare dallo stress e connettersi con altre dimensioni.

Pagine… storie… ricordi…  Monica Silva Evmmulypcjq Unsplash

Di cosa abbiamo bisogno? Beh, libri (o riviste, fumetti, la Settimana Enigmistica o quello che vuoi); una seduta confortevole, che può essere una poltrona, un divano, chaise longue o sedia, pouf o panca, o anche un morbido tappeto con soffici cuscini; puoi arricchire anche con una libreria se hai spazio sufficiente, oppure solo un tavolino/consolle per poggiare libri o la tua tazza o una pianta; se ti piace l’effetto “isola”, puoi delimitare lo spazio utilizzando un ampio tappeto su cui disporre i vari elementi d’arredo.

Il giusto mix tra luce naturale e artificiale per il tuo angolo lettura.

La cosa fondamentale è che il tuo angolo lettura abbia il punto luce adatto, l’illuminazione appropriata a supportare la vista.

Ovvio che se c’è una finestra, approfitterai al massimo della luce naturale; passando a quella artificiale, è bene considerare tanti aspetti, come la tipologia, la posizione e l’intensità della fonte di illuminazione; per leggere col giusto comfort e non danneggiare gli occhi, ci serve un’illuminazione diretta, precisa, il più possibile riposante.Hula Appoggio

Quando si tratta di luminosità, la scelta dipende anche dalla percezione di ogni persona e anche dalle sue preferenze. Dobbiamo anche valutare la visione d’insieme dell’ambiente e altri fattori come il colore delle pareti e degli arredi insomma tutto ciò che va ad interagire con lo spazio lettura. 

In generale, possiamo scegliere tra diverse vie: oltre alle consuete lampade da terra o da tavolo, puoi optare anche per l’applique. La lampada da terra offre una luce più diffusa che cala dall’alto e va a illuminare con un fascio diretto le pagine, ottima per favorire la lettura. Se invece, ad esempio, hai un tavolino vicino alla seduta, allora puoi scegliere la luce da appoggio e l’atmosfera sarà ancora più intima.Img 20220328 Wa0014

Le proposte Kriladesign per le lampade da lettura.

La scelta della lampada da lettura non deve mai essere casuale e trovare quella giusta richiede particolare attenzione. Per questoKriladesign ti propone diverse idee di luce ideale (e dimmerabile): la piantana ZED, oppure la lampada da appoggio MeMe o Giulia o le creazioni della collezione Playground da appoggio, con la forma che più preferisci. Un bell’effetto può darlo anche una luce da parete o applique, come quelle della collezione Fullerene.

Comunque, al di là dello spazio specificamente dedicato nella tua casa, diciamo che ogni posto è un posto buono per leggere, che sia in caso o all’aperto! Basta avere una lampada amica, portatile e ricaricabile, e potrai sempre rifugiarti fra le pagine di un buon libro.

Un paio di info tecniche.

Andando sul tecnico, quando parliamo di luminosità, parliamo di lumen, cioè la misura dell'intensità della fonte di luce. Per regolarti, puoi seguire questa tabella, che mettere in relazione lumen e watt, così da capire meglio il livello di emissione della lampadina:

100 Watt = 1521 Lumen

75 Watt = 1055 Lumen
60 Watt = 806 Lumen
40 Watt = 470 Lumen
25 Watt = 249 Lumen

Generalmente, per un’adeguata illuminazione da studio e lettura, è consigliabile un valore compreso fra 450 e 550 lumen.

Il Team Kriladesign è qui per mostrarti tutte le opzioni che hai a disposizione per trovare la luce da lettura più adatta al tuo ambiente e alle tue necessità. E se vuoi, possiamo anche parlare delle nostre ultime letture e scambiarci consigli e recensioni!

A questo proposito, letture luminose in arrivo…

Team Kriladesign

 

Categorie :

< >